Antonio Proietti, Il ruolo di un agente immobiliare oltre la responsabilità legale

“L’aspetto morale –  spiega Proietti, fondatore della  Quadrifoglio Immobiliare – è quasi più importante di quello legale. Perché in ballo ci sono investimenti e risparmi di una vita, per chi vende e per chi compra”.

Vendere casa velocemente e bene, anche in tempo di crisi: molte persone  si affidano alle agenzie immobiliari con questo obiettivo. Come poter scegliere l’agenzia che fa alle nostre esigenze? Lo abbiamo chiesto al fondatore della  Quadrifoglio Immobiliare, con sedici agenzie tra Roma,  Ostia e  Viterbo, ed un nutrito portafoglio di immobili.

Cosa significa vendere bene casa?

“Significa ricevere tutte le assistenze  tecnico -legali – notarili delle più complete e qualificate per far sì che acquirente e venditore  si sentano tutelati sia dal punto di vista legale che morale.”

Sul piano morale oppure sul piano legale?

“Un agente che agisce con professionalità deve poter garantire al venditore ed al compratore la certezza di vendere o comprare un immobile senza imbattersi in alcun tipo di rischio. Sappiamo bene che la responsabilità  legale che compete noi agenti si estende fino all’atto preliminare, ma sappiamo anche, dall’esperienza maturata sul campo, che alcune problematiche sorgono anche dopo la stipula del preliminare”.

Mi fa qualche esempio?

“Pensiamo alla regolarità urbanistica che può avere un immobile. Lo si acquista ma poi diventa un problema poterlo utilizzare per gli usi prefissati. Oppure pensiamo ad un privato che per acquistare un immobile deve ottenere un mutuo, qualora non riesca  ad ottenerlo, rischia di perdere l’acconto versato in fase di sottoscrizione del preliminare. Un immobile impegnato e poi non venduto diventa una perdita anche per il venditore per mancato affare”.

Cosa si può  fare in questi casi?

“Il punto di partenza è essere competenti sul piano tecnico- legale, per fornire le tutele possibili alle controparti, ma anche basarsi sull’esperienza concreta per arginare questioni che spesso si verificano e che vanno previste, stabilendo condizioni chiare in fase di preliminare sia per il venditore che per l’acquirente.”

Quali sono i passaggi da fare per valutare se un immobile è potenzialmente vendibile?

“Capire  se l’immobile abbia i requisiti di legge per valutare la vendibilità dello stesso  facendo una visura ipotecaria e catastale.  Poi appurare  quali  siano le sue effettive condizioni urbanistiche, una esigenza che a Roma è imprescindibile. Molte delle case dei nostri quartieri sono state costruite prima del 1967 ma essendo stato approvato a Roma il piano regolatore  nel 1934 la regolarità urbanistica  è richiesta anche per gli immobili costruiti dopo tale anno. Per detti immobili occorre quindi  verificare di volta in volta che non vi siano difformità urbanistiche ed irregolarità pregiudizievoli.

Espletati i controlli ipotecari e catastali ed accertata la regolarità  bisogna poi valutare, a tutela del venditore/acquirente le tempistiche e le capacità finanziarie e personali del compratore”.

 Gli immobili sono tutti vendibili?

“Diciamo che ci sono immobili vendibili senza problematiche, altri immobili con problematiche anche difficili ed  altri ancora che presentano problematiche non risolvibili. Questi ultimi preferiamo non venderli anche potendo farlo. In ogni caso avvertiamo l’acquirente sulle difficoltà che riscontriamo, rendiamo edotte le parti e contestualizziamo con precisione ogni possibile questione, così da arrivare serenamente e nella conoscenza condivisa tra venditore e compratore alle effettive condizioni in cui si trova l’immobile”.

Quando però dice che la vostra responsabilità morale va ben oltre quella legale a cosa si riferisce?

“Mi riferisco al fatto che noi preferiamo accompagnare le parti fino alla stipula dell’atto definitivo di compravendita e non limitarci al preliminare. Le persone ci affidano i risparmi di una vita, non possiamo scherzare. E’ una filosofia aziendale che chiediamo di sposare a tutti coloro che nascono sotto il segno del nostro “quadrifoglio”: per questo parlo di franchising atipico, non tanto di forma ma di sostanza”.

Ai clienti un’agenzia immobiliare, oltre alle tutele legali e “morali”, cosa può offrire?

“La possibilità di vendere velocemente il proprio immobile. Venderlo “bene”, con le tutele che ho già spiegato, e venderlo in tempi rapidi”.

Ovvero?

“Un’agenzia immobiliare deve assicurare forme di pubblicità e valorizzazione dell’immobile per far sì che i tempi di compravendita non superino i 60 giorni. E’ la promessa che facciamo ai nostri clienti, avvalendoci di un’unica banca dati in rete tra le nostre diverse sedi, che consente di favorire l’incontro tra domanda e offerta. Gli immobili vengono fotografati e a volte presentati anche con un virtual tour per dare la possibilità al potenziale acquirente di visitare l’immobile virtualmente ancor prima che fisicamente. La pubblicità degli stessi viene espletata sui migliori portali immobiliari  e con la maggior visibilità possibile in promozione Top,   attraverso una pubblicità  mirata  su giornali di annunci economici specializzati s ed inoltre con la pubblicazione nella  nostra rivista mensile  distribuita su tutta Roma in 150mila copie. Infine bisogna conoscere il mercato: un immobile che non rispetta un buon rapporto qualità-prezzo, potrebbe rischiare di restare invenduto”.

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche  Quadrifoglio Immobiliare, a Roma un franchising “atipico” per le compravendite degli immobili

Leggi l’approfondimento Ansa  Il giusto rapporto qualità-prezzo nelle compravendite immobiliari  

Visita il Sito Quadrifoglio Immobiliare

Post Correlati

Articoli recenti

Cantine Solferino (Sava): qui si creano vini destinati alle cantine più prestigiose, in Italia e all’estero. La sfida dell’innovazione

Giampaolo e Carlo Solferino conducono la loro azienda e dedicano molto del loro tempo all’analisi dei mercati in cui il...

I consigli dell’impresa Pacucci. Le incognite da valutare nel settore delle onoranze funebri

Fabio Gigante è alla guida dell’azienda di famiglia I.O.F. Pacucci che opera a Bari dal 1966. Una analisi di tutti...

Tommaso Pappagallo: “Non bisogna lasciarsi condizionare dalle notizie allarmanti dei mercati finanziari”

Tommaso Pappagallo opera da oltre un ventennio nel settore finanziario pugliese e gestisce capitali importanti con risultati positivi determinati proprio...

Onoranze funebri Emidio e Alfredo De Florentiis (Pescara). Perdita di un familiare: la professionalità di un’impresa funebre aiuta

Organizzare un funerale, quando si perde un proprio congiunto, è una situazione difficile da gestire, sul piano emotivo e sul...

Dottor Alessandro Tricomi: “Curare la pelle a 360 gradi, adesso si può”.

Studio di Medicina estetica Dott. Tricomi: trent’anni di esperienza a servizio dei pazienti. Il dottore Alessandro Tricomi è un dermatologo...