Conoscenza del cliente e chiarezza: svelati i segreti dello stile firmato Gruppo Clark

“Seguo personalmente i nostri clienti, li riconosco per strada da come vestono. E’ il loro stile che fa la differenza”.  Ha trasformato la passione per la moda e l’abbigliamento nella sua vita. Per questo Antonilli,  si definisce “poeta”, non semplice commerciante.

Dopo quasi quarant’anni nel Gruppo Clark, dove è Responsabile Marketing, Gennaro Antonilli ancora oggi non disdegna i clienti, non solo quelli più affezionati, i clienti “storici” dello store di Piazza della Radio a Roma. Il contatto diretto con chiunque entra in negozio è la linfa vitale sua e dei suoi collaboratori. Così come è stato per il patron dell’azienda, Claudio Cesetti, che quarantasei anni fa ha dato vita alla prima boutique del gruppo aziendale che oggi nel Lazio conta tre importanti punti vendita.

Abbigliamento, moda, cliente: dall’inizio della sua carriera ad oggi cosa è cambiato?

“Abbiamo attraversato anni diversi, sia a livello economico che a livello sociale. Abbiamo osservato tendenze avvolgenti o stravolgenti. Gonne che si allungano o accorciano, pantaloni che cambiano taglio, stretti o a zampa, fino ad arrivare ai contemporanei leggins, colori delicati o più accesi,a tinta unita o con fantasie e disegni, accessori innovativi o super decorativi. Vestirsi, essere di tendenza o alla moda, oggi più di ieri, è uno dei fattori fondamentali per farsi notare. Io preferisco parlare però di stile più che di moda”.

C’è differenza tra stile e moda?   

“La moda passa, cambia a seconda delle stagioni. Lo stile invece resta, è indice e specchio della nostra personalità, di ciò che siamo o di come cambiamo. Può mutare anch’esso nel corso del tempo ma più spesso si affina e si rafforza. Si consolida, proprio come la personalità di chi lo interpreta. E’ qualcosa di molto personale”.

 

Qual è l’approccio del gruppo verso il cliente?

 “Noi, come Gruppo Clark, diamo molta importanza alla ricerca dello stile del cliente, insieme al cliente stesso. E’ facile vendere una giacca qualunque, non è altrettanto facile vendere la giacca che risponde e veste meglio l’uno o l’altro cliente.  Non dobbiamo mai dimenticare che quando una persona entra in negozio cerca “bellezza su misura”. Se riusciamo a vendere abbigliamento e accessori in grado di esprimere al meglio la personalità del cliente, abbiamo vinto la nostra partita”.

L’identikit del cliente “tipo” del Gruppo Clark…

“Il cliente del gruppo Clark lo riconosci per strada o quando entra in un locale. Non ha caratteristiche fisiche o sociali particolari. Vestiamo personaggi politici, cantanti, impiegati, artigiani.

Il nostro cliente “tipo” è colui che ricerca un suo stile. Per questo la fase della vendita per noi equivale a conoscere il cliente, ascoltarlo, capire e consigliarlo. Diventare suoi confidenti. Non ci limitiamo a vendere. Oltre alla qualità, che contraddistingue i nostri capi, abbiamo il vantaggio dell’assortimento e della varietà, grazie alla possibilità di individuare tra i nostri oltre 200 brand quello più in linea con lo stile del cliente. Anche suggerendo talvolta un “no-brand”, magari un prodotto su misura e sartoriale made in Italy. I clienti non percepiscono l’obbligo di dover acquistare. Si fidano e ci amano anche per questo . E non a caso ci capita di vestire intere famiglie e intere generazioni”.

Come si riesce a fidelizzare i clienti da generazione in generazione?

“Instaurando un dialogo continuo. Noi diventiamo per loro “consulenti di stile”. Vendiamo cultura del vestire. Il nostro claim, non a caso, è “tanti stili più uno, il tuo” ovvero quello del cliente. Il gruppo Clark è da sempre un crocevia di stili e di idee, dall’abbigliamento alle calzature, dagli accessori al profumo. Chi entra deve riuscire a dimenticare per qualche ora i problemi personali, sociali, politici che sono al di fuori di questa piccola oasi di piacere. Quando hai soddisfatto il tuo cliente, lui ritornerà e con lui ritorneranno gli amici del cliente. Il passaparola conta. I tempi ci obbligano ad essere attenti alle nuove evoluzioni del mercato, ma per noi il cliente conta prima di ogni altra cosa”.

 Come sarà il gruppo Clark del futuro?

“Pioniere delle nuove esigenze della clientela, senza tralasciare la tradizione. Innovativo nei prodotti e nei servizi. Costantemente aggiornato, con personale attento e formato. Sono caratteristiche che ci appartengono da quando siamo nati, essendo stati tra i primi in Italia ad aprire uno spazio unico con all’interno le mini-boutique, come stava avvenendo in America. Nel nostro store principale di 2500 mq, che è il fulcro del gruppo, sono concentrati abbigliamento, accessori, uffici, logistica, sartoria, ma anche caffetteria. Ciò significa che abbiamo un servizio express per interventi sartoriali immediati che consentono al cliente, nel tempo di una pausa pranzo o caffè, di poter portare a casa un abito rifinito e su misura, a partire ad esempio dall’orlo della piega del pantalone.  Ciò che raccomando sempre ai miei collaboratori è serietà professionale e commerciale. Solo chi ha la forza di assicurare chiarezza, nel prodotto e nei prezzi, e capacità di informare adeguatamente il cliente sul capo che sta acquistando può resistere sul mercato anche ai periodi di crisi”.

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche L’abbigliamento con stile firmato Gruppo Clark

Leggi l’approfondimento Ansa Antonilli (abbigliamento Gruppo Clark): servizi e trasparenza verso il cliente sono il futuro 

Visita il sito Gruppo Clark

Post Correlati

Articoli recenti

Cigala’S: «Lavoriamo per regalare un fisico speciale alle donne»

Intervista a Tarcisio Galavotti, CEO e Founder di Cigala’S, brand emergente del denim italiano con sede nel distretto tessile dell’alto...

Sandro Bertini: “Piombino? Non solo il porto, ma un ottimo investimento immobiliare”

Intervista a Sandro Bertini, titolare di Studio Immobiliare Bertini, che opera da oltre 25 anni sul mercato a Piombino. Sandro...

Avv. Roberto Mauro: «Nelle realtà metropolitane diventa sempre più necessaria la figura del legale specializzato in diritto immobiliare»

Transazioni, stipula di contratti, pignoramenti, investimenti su grandi proprietà: nel dedalo del settore dei beni immobili è facile perdersi o...

Laura Boatti: Vino e Tango, due seduzioni che unite diventano eccellenza

Le vibrazioni sensuali del tango e le fragranze del nettare degli dèi: Laura Boatti, imprenditrice nel settore vitivinicolo e ballerina...

Roberto Balducci, della New Energy: “Scegliete sempre la qualità per rifare o arredare un bagno. Risparmierete tempo e denaro”

Il titolare dell’azienda torinese di idro termo sanitari spiega quali sono le strategie migliori nel settore. E quali errori evitare...