Eliana Ubbiali di E. Parrucchieri: «L’acconciatura perfetta? Quella che mantiene la cute in salute»

Look ed estetica sono importanti ma per la titolare di E. Parrucchieri di Treviglio, in provincia di Bergamo, il vero obiettivo è prendersi cura del benessere dei capelli con la massima professionalità e disponibilità. «L’importante è offrire trattamenti personalizzati e finalizzati sempre al mantenimento della salute della cute con prodotti naturali di origine biologica»

 Da un lato l’estetica e la bellezza, dall’altro la salute e il benessere. Sono questi i quattro pilastri che per Eliana Ubbiali sorreggono un salone di moda e acconciature professionale. «Oggi un bravo parrucchiere si riconosce non solo dal tipo di taglio o dalla colorazione che propone ma anche da tutto ciò che ruota attorno alla salute del capello e della cute» spiega la titolare di E. Parrucchieri, salone di Treviglio, in provincia di Bergamo, dove opera uno staff tutto al femminile per un insieme di trattamenti professionali di moda e bellezza studiati sempre sulla base del look consigliato dai clienti e finalizzati a mantenere il benessere della cute e, quindi, dei capelli.

Tra i vostri clienti ci sono solo donne?

«No abbiamo una clientela variegata, uomini e bambini compresi. Riusciamo a soddisfare le varie richieste grazie a uno staff formato da otto professioniste, tutte formate e con diverse competenze: c’è chi taglia, chi fa le pieghe, chi il trucco».

Quanto conta quindi la formazione?

«La formazione è fondamentale e tutto il nostro staff segue corsi di taglio, coloristica, moda, novità e tecniche due volte all’anno».

Quella del parrucchiere è una professione in continua evoluzione?

«Sempre, come la moda. Non si ferma mai. Anche se il mio ruolo è legato alla gestione manageriale del negozio mi metto sempre in gioco per provare in prima persona i servizi e i prodotti che poi proponiamo ai clienti».

Come si riconosce un bravo parrucchiere?

«Colui che cerca di capire la persona che si trova di fronte e che prima di farla accomodare alla postazione la ascolta, capisce le sue esigenze e analizza lo stato di salute e le problematiche del capello e della cute per poi proporre il servizio più adeguato: il momento più importante è proprio la consulenza su tutto quello che può accadere in negozio sulla base delle richieste del cliente e il mio consiglio è non fermarsi solo all’aspetto tecnico ed estetico del capello ma anche alle problematiche ad esso connesse».

Problematiche di che tipo?

«Tutti sono soliti pensare al risultato immediato e all’estetica ma poco alla cute. La questione, invece, è che se non c’è cute sana non c’è capello sano. Quando ci sono questi problemi il capello perde elasticità e si ammala».

Non è quindi importante solo il taglio ma anche il tipo di prodotto che si usa…

«La scelta del prodotto specifico per un tipo di problema è fondamentale e bisogna capire il prodotto giusto, di qualità e che funziona: ogni cute ha le sue caratteristiche e la scelta del prodotto è il primo passo che un parrucchiere deve tenere conto».

Solo prodotti personalizzati dunque

«Sì perché per saper gestire ogni cute per risolvere un tipo di problema bisogna utilizzare prodotti specifici. Per questo ogni salone professionale deve sempre tenere linee diverse per la cute e per le lunghezze. Alcuni parrucchieri, invece, usano solo prodotti che rendono il capello più luminoso apparentemente a discapito della cute».

Perché i prodotti naturali fanno la differenza?

«Quelli naturali di origine biologica che non hanno componenti chimici sono i più utilizzati e il mio consiglio è di selezionare i prodotti giusti senza parabeni, siliconi e coloranti artificiali, ma con oli essenziali puri al 100% e ingredienti vegetali. I prodotti naturali permettono infatti alla cute di nutrirsi perché entrando nel follicolo del capello con il tempo vanno ad eliminare impurità e sebo».

 Che rischi ci sono se si usano prodotti sbagliati o aggressivi?

«Per i clienti che hanno la cute delicata il rischio è legato ad arrossamenti e fastidi. Questo perché i prodotti chimici hanno siliconi che non fanno penetrare le sostanze nutritive. Il risultato è che a lungo andare il capello soffre, si ammala e alla fine cade. E non è detto che ricresca quando non si è più giovanissimi»

Quali sono le ultime tendenze nell’hair styling?

«I tagli più aggressivi sono sempre meno richiesti, così come si predilige una decolorazione al naturale. Le tendenze più estreme stanno infatti lasciando spazio a tagli e colori più naturali possibili e per questo utilizziamo tecniche tradizionali come lo shatush e quelle più innovative come il balayage che consente la schiaritura dei capelli in modo naturale, con un effetto molto più addolcito e tenue».

Perché è importante la personalizzazione del servizio?

«Ogni nostro cliente ha un suo shampoo specifico e abbiamo prodotti per capelli fini, grossi, detergenti ai diversi aromi e tre linee per lunghezze specifiche, senza contare i prodotti finish. Anche solo per una semplice piega bisogna sempre fornire un trattamento personalizzato e su misura».

Quindi l’attenzione verso il cliente è un aspetto fondamentale?

«È molto importante. Il cliente quando è in negozio si deve sentire a casa, deve essere coccolato e passare un momento di relax sapendo di contare su un servizio di alto livello».

Un servizio che prosegue anche a casa?

«Certamente: il servizio in negozio va sempre seguito a distanza e per questo consigliamo ai clienti di continuare i trattamenti a casa con i giusti prodotti di mantenimento».

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche E. Parrucchieri, il taglio giusto è un mix di estetica e benessere

Leggi l’approfondimento Ansa Da E. Parrucchieri prodotti naturali di origine biologica per il benessere dei capelli

Visita il sito E Parrucchieri

Post Correlati

Articoli recenti

Tiziana Bettenzana del Poliambulatorio Specialistico Golgi di Brescia: «Nella sanità privata il paziente viene prima di tutto»

L’attenzione verso la persona, il saper consigliare e confortare le esigenze di ciascuno sono un must essenziale per la sanità...

“Versatilità, affidabilità, tradizione e innovazione”: ecco le parole chiave del settore dell’illuminazione

I segreti di un’azienda solida e del successo di un “artigianato aziendale” svelati da MM Lampadari.  “Creare empatia con il...

Antonio Belsole: “Energia pulita e per tutti. Questo il futuro. E nel 2019 ci sarà una rivoluzione nel settore”

Il titolare di Pef Italia, azienda nata nel 2006, oggi fornitrice di energia pulita e consulente per famiglie e imprese...

Vito Chirenti (Chirenti snc): “Ecco come ampliare il vostro appartamento, utilizzando per tutto l’anno anche gli spazi all’aperto”

Vito Chirenti è l’amministratore unico della Chirenti snc, una azienda leader nel settore delle vetrate panoramiche, con oltre 50 anni...

Agenzia Funebre Stuardo: Umanità e discrezione. Così cambia il ruolo di un’azienda.

Quando l’agenzia funebre non è solo un trasporto ma diventa consulenza alle famiglie nel rispetto delle tradizioni locali. Antonino Stuardo,...