Gianni Meloni, titolare dell’Hotel Fertilia: «La Sardegna meta perfetta per una vacanza a misura d’uomo»

Sono in Sardegna le spiagge più belle dell’estate 2017 secondo la Guida Blu realizzata da Legambiente e Touring Club Italiano. E il comparto turistico è pronto ad accogliere migliaia di visitatori, in quella che gli operatori dicono sarà una stagione record per l’isola. «Fondamentale reinvestire nelle strutture alberghiere per rimanere al passo con le richieste dei turisti», dice Gianni Meloni.

Sole, mare e buon cibo: è questo che cercano i turisti che sbarcano in Sardegna?

«Sì, questi sono gli elementi di partenza, che i turisti sognano e che la nostra terra conferma nella realtà. Ma non è sufficiente: il turista è giustamente sempre più esigente, la concorrenza è spietata, e i dettagli fanno la differenza».

Per esempio?

 «Partiamo dalla cucina: il buon cibo è fondamentale, ma serve anche la presentazione. In un mondo dove i grandi chef sono diventati star televisive, i clienti ricercano non solo il buon gusto ma anche la bellezza del piatto che vanno a mangiare. Oggi non si può prescindere dalla cura dell’aspetto visivo».

Dalla sua esperienza cosa soddisfa il cliente?

 «Chi si rivolge ad una struttura a gestione familiare come la nostra cerca la genuinità, il rapporto umano, il contatto col territorio. Il ristorante del nostro albergo si chiama “da Bruno”: prende il nome da mio padre, che a più di 70 anni di età continua a stare ai fornelli per preparare i piatti tipici del nostro territorio. Dalla cacciagione al pesce, passando per i primi, la passione in cucina di mio padre si riflette nella gestione dell’hotel. Lui chiacchiera con gli ospiti, molti dei quali trascorrono da tanti anni le loro vacanze qui da noi, e cercano proprio questo tipo di ospitalità. L’hotel è vicino all’aeroporto, a pochi passi dal mare, ed immerso in una pineta: comodità che tanti turisti apprezzano enormemente».

La condizione delle strutture alberghiere gioca un ruolo decisivo nella scelta del turista?

 «Direi che è parte del biglietto da visita. Senza ammodernamento non si cresce, si rischia di perdere numeri importanti che potrebbero riversarsi nelle strutture di nuova apertura. Noi abbiamo realizzato recentemente un’importante opera di ristrutturazione, allargando le stanze e proponendo un nuovo arredamento che richiama la sardità. Ma nuovo non è sinonimo di qualità: i turisti in buona parte cercano un ambiente familiare, che non è scontato trovare in tutte le strutture».

In Sardegna il clima offre temperature miti tutto l’anno. Quanto è importante destagionalizzare?

 «Credo sia importantissimo, l’elemento essenziale per una strategia turistica matura e all’altezza dei servizi della nostra regione. Mi rendo conto che l’Italia è abituata alle ferie agostane, ma soprattutto per quanto riguarda la Sardegna, se si ha la possibilità di andare in vacanza negli altri mesi ci si guadagna dal punto di vista economico e di fruibilità delle spiagge: si spende di meno a maggio, giugno, luglio e settembre, con un afflusso turistico inferiore che permette una più completa esperienza. E l’Hotel Fertilia è aperto tutto l’anno: in autunno ci sono importanti sagre nei borghi limitrofi e di tutta l’isola, tra gennaio e marzo si svolgono i festeggiamenti per il carnevale, ricorrenza molto sentita in Sardegna, e decisamente unica nel folklore».

I grandi eventi e le compagnie low-cost incidono sul numero degli arrivi?

 «La presenza di Ryanair ha aperto grandi occasioni di sviluppo, con i turisti britannici e francesi che si sono riversati ad Alghero alla ricerca di un clima mediterraneo imbattibile, così come ha permesso il consolidamento degli afflussi turistici dalla Germania. Il Giro d’Italia, che quest’anno è partito proprio da Alghero in occasione del centenario, ha garantito ulteriore visibilità alla città e i paesi limitrofi, che hanno una grande storia e paesaggi mozzafiato. È necessario lavorare in sinergia tra gli operatori del settore, specie nel comparto turistico».

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi l’approfondimento Ansa  Hotel Fertilia, cresce la richiesta di ospitalità negli alberghi a conduzione familiare

Visita il sito Hotel Fertilia

Post Correlati

Articoli recenti

Ilio Stella: «metterci la faccia, scelta vincente anche nell’era del web 4.0»

Una vita nell'editoria economica, quella di Ilio Stella, sempre a contatto con le Pmi, parla di come il web 4.0...

Massimo Murru: il futuro dell’avvocatura passa attraverso la conoscenza del diritto e le competenze umane

L’avvocato cagliaritano, che opera dal 1993 nel settore degli appalti pubblici e delle joint venture, internazionalizza la professione con la...

“Prevenzione e cura del corpo, ecco le regole per una bocca perfetta”, parola di Nicoletta Marchione, dentista di Peschiera

Trattamenti rilassanti e tecniche high-tech non invasive migliorano la qualità di ogni intervento. Dopo una formazione internazionale, all’Università di San...

Francesco Sessa: «Una vera barriera di sicurezza non crea falsi allarmi»

Intervista al numero uno di Optotek Italia, azienda di Parma che produce una gamma completa di barriere anti-intrusione ad infrarosso...

Gianluca Romele dell’Armeria Sebina: «Mai acquistare a catalogo: ogni mano ha la sua arma»

Il fondatore e titolare dell’Armeria Sebina di Costa Volpino, in provincia di Bergamo, storico negozio specializzato nella vendita, assistenza e...