Umbra Control: l’arte di semplificare

Umbra Control usa la tecnologia e l’informatica per rendere semplice la gestione integrata di sistemi complessi. In tutti i campi.

Mauro Cassini ed Italo Ercolani
Mauro Cassini e Italo Ercolani

Solo soluzioni. Non è soltanto uno slogan efficace, bensì una filosofia di lavoro: e si potrebbe quasi dire di vita. Perché ormai è da una vita – da quarant’anni esatti, subito dopo la fine della scuola, dove erano compagni – che Mauro Cassini ed Italo Ercolani progettano soluzioni. Sempre all’avanguardia, costantemente un passo avanti rispetto ai tempi: prima ancora che un legittimo motivo di orgoglio, è ormai una consapevolezza, una sorta di marchio di fabbrica. Fin dagli esordi: da quando a metà degli anni ’70, coinvolti da un loro professore, i due perugini costituirono una società per realizzare impianti di sicurezza. Era la prima, a Perugia: Umbra Control nacque così, aprendo un settore che nel territorio praticamente non esisteva. Pochi anni dopo, ecco la scelta di ampliare i campi di intervento: iniziando a lavorare anche sui sistemi di raccolta dati, un altro settore all’epoca appena nato. Umbra Control progetta così uno dei primissimi impianti di gestione dipendenti con badge magnetico: committente il Comune di Foligno, correva l’anno 1982.
Cassini ed Ercolani sono precursori assoluti: la loro azienda non produce oggetti tangibili, ma studia le modalità di interconnessione della tecnologia per trovare soluzioni facili a problematiche complesse. Entrano nel mondo del cabling, della connettività: siamo all’informatica pura, anche qui all’avanguardia. L’ultimo passaggio, il più recente, riguarda i servizi, ovvero la ricerca di soluzioni “chiavi in mano”: come far dialogare sistemi diversi – strumenti ed apparecchi che originariamente non si parlano – in maniera immediata, con un solo computer, oggi addirittura con un semplice tablet. Ideando sistemi semplici tramite i quali si possa controllare a distanza un edificio, in maniera globale: dalla sicurezza, al risparmio energetico, al controllo degli accessi…
Fra i molteplici sistemi ideati e proposti da Umbra Control, ce n’è uno che rappresenta in maniera emblematica la geniale dote di semplificare la complessità: si chiama VisioSuite, è brevettato già da una decina d’anni e non a caso è stato apprezzato e adottato da committenti prestigiosi (prima fra tutti la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano). Si tratta di un sistema di centralizzazione che integra e supervisiona diversi “sottosistemi” – impianti di allarme, di illuminazione, antincendio, condizionamento, anche se di marche e tecnologia differenti – permettendone la gestione immediata tramite un’unica interfaccia software, gestibile in remoto anche con uno smartphone. E’ l’uovo di Colombo: grazie a questa “invenzione” basta una persona mediamente formata, e dotata di palmare, per gestire con pochi tocchi di schermo una serie di sistemi che in precedenza potevano sembrare complessi e impossibili da far dialogare.
Il futuro, insomma, non sta nel progettare strumenti sempre più complicati, ma nel rendere semplice e integrato quel che già oggi è complesso. Questa, almeno, è la mission di Umbra Control: anche se sono passati quarant’anni, Cassini ed Ercolani – con i loro numerosi e validi collaboratori – vanno in questa direzione. Con lo stesso entusiasmo degli esordi, e la stessa certezza di essere un passo avanti agli altri…

Intervista Mauro Cassini Umbra Control
Clicca qui per vedere la video intervista
Sito internet: http://www.umbracontrol.it/

Post Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti

Alfredo Casarelli: l’aggregazione tra agenti la chiave del successo nel moderno mercato delle case

Il broker a Roma della Remax Key House agenzia G30, spiega i vantaggi di un modello di business vincente e...

Antonio Calvi (Ikitchens Cucine): “Passa attraverso agenti immobiliari e costruttori lo sviluppo del settore arredamento”

Lo sviluppo del settore arredamento avviene sempre più di frequente attraverso una guerra al prezzo più basso, con l’unico obiettivo...

Britta Gelati: «Nel 2020 la riqualificazione edilizia va affrontata con una figura professionale di riferimento come l’architetto o l’ingegnere edile, in grado di seguire tutto l’intervento con competenza ed esperienza»

Nel settore dell’edilizia nel nord Italia si riscontra comunque una lieve crescita per quel che riguarda le nuove costruzioni, un...

Veronica Gulli, Onoranze Funebri San Francesco: “Nel momento del dolore scegliete chi mette il cuore e la professionalità per onorare il vostro caro”

La giovane titolare dell’impresa funebre di Collegno, in provincia di Torino, fornisce alcuni consigli per chi si trova ad organizzare...

Ornella Hugony, Communication Trend Italia: «Perché per tradurre non basta essere linguisti»

È opinione diffusa che per tradurre sia sufficiente conoscere a fondo una lingua straniera. O averne addirittura una conoscenza superficiale:...