Luca Zanca e Salvatore Romano: «L’auto non va solo riparata ma anche personalizzata con la cubicatura»

A spiegarci i vantaggi di questa tecnica innovativa che tramite particolari pellicole idrosolubili consente di trasferire immagini e trame dagli effetti più fantasiosi sulle componenti interne ed esterne di un auto è il titolare, insieme al padre Giordano e a Salvatore Romano, della Carrozzeria Serena di Brescia, realtà che in questi anni si è specializzata in interventi di personalizzazione estetica per il mondo dei motori e non solo

Cosa è la cubicatura?

«La cubicatura, detta anche dippatura o water transfer printing, è una tecnica innovativa che consente di rivestire e decorare con fantasia i particolari di auto e moto come specchietti, cerchi, cruscotti, caschi. Con la cubicatura è possibile ottenere effetti estetici molto particolari mediante un processo che sfruttando la pressione idrostatica dell’acqua sull’oggetto immerso e opportunamente pretrattato permette a una pellicola idrosolubile di trasferire sulla superficie la finitura scelta. Il risultato è un’adesione perfetta, senza alcun effetto cucitura, e le finiture estetiche delle lavorazioni assumono particolari originali e unici che possono essere abbinati anche a verniciature personalizzate».

È diversa dal wrapping?

«A differenza del wrapping non ci troviamo di fronte all’applicazione di una pellicola più o meno sottile ma si tratta di un metodo attraverso il quale l’immagine o l’effetto presente su particolari pellicole idrosolubili viene fedelmente trasferito sull’oggetto da decorare. È possibile scegliere tra tantissime decorazioni, trame e motivi più o meno complessi, spaziando dal marmo alla fibra di carbonio, dai metalli al legno e alla radica, fino a decorazioni astratte e fantasiose».

Come è nata l’idea?

«Abbiamo visto in rete un video che ci ha incuriosito e così abbiamo ordinato un kit apposito per provare: abbiamo poi acquistato una vasca in acciaio professionale con circolo di pompe e resistenza elettrica che ci consente di ottenere un risultato perfetto e duraturo nel tempo. A distanza di tre anni abbiamo realizzato già più di 1500 cubicature e non solo per le auto».

Le lavorazioni più richieste?

«L’effetto carbonio è quello richiesto per le parti interne come cruscotto, plance, cambio marce, maniglie: tutte parti che con il tempo si usurano e che con la cubicatura possono tornare come nuove e con un look personalizzato. È molto richiesta anche la trama finto radica per “trasformare” l’auto in una jaguar di lusso».

Non solo sulle auto vero?

«La cubicatura è una tecnica che si presta molto bene anche in altri settori: dall’arredo al design fino alla nautica e infatti riceviamo richieste da tutta Italia. Le trame più utilizzate sono quelle del finto marmo ma ci è capitato di dover “dippare” la plancia di una barca in finto legno».

Organizzate anche corsi di formazione?

«Si perché siamo stati i pionieri di questa tecnica e possiamo vantare un know specializzato. Nei nostri corsi spieghiamo l’abc della cubicatura, i prodotti da usare, le tecnica di immersione e rifinitura e al termine diamo un attestato di partecipazione. I corsi sono aperti sia a carrozzieri che ad appassionati e abbiamo richieste da tutta Italia».

Avete aperto anche un e-commerce dedicato?

«Si è online cubicando.it dove proponiamo kit completi ma anche singoli prodotti, dai primer alle pellicole fino alle vasche».

E-commerce, un canale Youtube ricco di video e una pagina Facebook molto attiva: quanto conta la parte social?

«Conta tantissimo. Mettiamo in rete fotografie e video di interventi di cubicatura e di carrozzeria per far vedere che i nostri lavori sono a regola d’arte. Sono video strutturati con un prima e un dopo dove mostriamo solo ed esclusivamente la parte spettacolare e non tutto il procedimento».

Ad esempio?

«Gli interventi di verniciatura su piccoli pezzi o parti neutre come pinze, freni o cerchi che grazie ai video sul web ci hanno reso un punto di riferimento anche fuori Brescia. Il nostro know how è frutto di un sistema avanzato per la verniciatura a forno dove utilizziamo vernici di alta qualità che ci consentono di garantire risultati perfetti e duraturi. Adoperiamo un tintometro computerizzato per gestire la miscelazione delle vernici al fine di ottenere la perfetta tinta originale e utilizziamo solo vernici a base di acqua operando nel rispetto della Direttiva 2004/42/CE in materia di inquinamento».

In carrozzeria l’auto si ripara ma si pulisce anche?

«Bisogna avere le attrezzature giuste per igienizzare il veicolo riportandolo alle sue condizioni originali: noi, ad esempio, utilizzando un macchinario che comprende l’integrazione di aria di aspirazione e nebulizzazione per il lavaggio e l’igienizzazione degli interni, dal sottotetto ai pannelli, dalla moquette ai sedili e al cruscotto».

Questo conferma che gli investimenti possono far la differenza nel vostro settore?

«Bisogna sempre puntare all’avanguardia anche perché attrezzature e macchinari aiutano a velocizzare il ciclo di lavoro e a rendere più performante tutta l’attività. In questi anni abbiamo dotato tutta l’officina di un’illuminazione a led, senza contare gli investimenti in strumenti nuovi come la lampada di essicazione di fondi e stucchi che in 15 minuti rende carteggiabile un pezzo e il forno con riscaldamento in vena d’aria che riduce gli sprechi di energia».

In che direzione sta andando la professione del carrozziere?

«Da tempo il nostro lavoro si è trasformato perché oggi la tendenza è quella di sostituire l’auto piuttosto che ripararla. Per questo per rimanere competitivi occorre innovare e investire in nuovi servizi e trattamenti legati più all’estetica e all’abbellimento personale dell’auto e la cubicatura ne è un esempio».

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche  Carrozzeria Serena, a Brescia gli specialisti della cubicatura

Leggi l’approfondimento Ansa  Carrozzeria Serena: la cubicatura rivoluziona l’estetica dell’auto

Visita il Sito Cubicando

Post Correlati

Articoli recenti

Loreto Andriani: risparmio energetico con gestione integrata di tutte le utenze. Oggi è possibile con un sistema di ingegneria “sartoriale”

Andriani ha creato la società Home Solar srl che si occupa proprio della progettazione di interventi su misura per abitazioni...

Giuseppe Barile (Progedil), Per vendere gli immobili bisogna saper ascoltare chi li abiterà

“Saper ascoltare il cliente” è importante per vendere un immobile bene e con successo: un input utile a chi vuol...

Maurizio Umana (Uemme), Meglio l’acquisto diretto o l’intermediazione immobiliare?

Vendere casa tramite l'acquisto diretto di un'agenzia assicura tempi brevi ma, di contro, potrebbe far incorrere in oscillazioni di prezzo...

Carlo Livraghi, The Sense: «Prodotti naturali per capelli forti e sani. Così si ottiene il look perfetto»

«L'aspetto estetico è importante ma con la salute dei capelli non si scherza»: parola di Carlo Livraghi, titolare e fondatore...

Massimo Lazzeri: “Il mercato delle auto si trova davanti a una svolta epocale, ma vince ancora chi sa gestire al meglio il rapporto con i clienti”.

Il mercato delle auto sta cambiando velocemente, questi sono anni di transizione in cui si stanno affermando nuovi tipi di...