MielePiù “Accompagnare il cliente nelle scelte di arredo bagno ai tempi dell’e-commerce”

Oltre 20mila abitazioni arredate, più di 45mila famiglie soddisfatte. Il cliente di MielePiù, azienda presente dagli anni 40 ad Atripalda (Avellino), con una sede anche a Salerno, specializzata in arredo bagno, architettura sanitaria, termoidraulica, impiantistica ed efficienza energetica, sa che entrare  nello showroom della famiglia Miele non significa solo trovare assortimento di materiali e prodotti, ma poter contare su un servizio consulenziale attento e scrupoloso. “Perché – spiega Giuseppe Miele che gestisce l’azienda, insieme ai fratelli Marco (che si occupa di termoidraulica e impiantistica) e Paolo (responsabile del punto vendita di Salerno), e al papà Alfonso (attuale Presidente del CdA) – ristrutturare la propria casa non è come comprare un qualsiasi altro prodotto”.

Il mercato, nel settore delle costruzioni, per quel che riguarda impiantistica e termoidraulica, ma anche estetica negli arredi bagno e nelle pavimentazioni è in continua evoluzione. Un settore che bisogna conoscere.

“Gli impianti sono il cuore dell’edificio contemporaneo. Ciò che lo rende efficiente, funzionale. Ciò da cui dipende il livello di comfort abitativo che ci accompagnerà per anni. Gli arredi sono quelli che danno calore e personalità. Ognuno di noi, nell’arco della propria vita, si troverà poche volte di fronte all’acquisto di questi prodotti, poiché una ristrutturazione o la realizzazione di una casa non avviene con la stessa frequenza con la quale si acquista, ad esempio, un paio di scarpe. Il cliente pertanto ha bisogno di una particolare assistenza e guida alla scelta. Chi viene da noi deve fidarsi, più di quanto un acquirente debba fidarsi durante qualsiasi altro acquisto. E noi dobbiamo essere bravi consulenti”.

Che, tradotto, significa saper educare, acculturare, instradare il cliente verso la scelta migliore?

“Bisogna partire innanzitutto dal budget di spesa che ha a disposizione e comprendere immediatamente le sue esigenze e i suoi gusti. Come venditori bisogna essere in grado di fargli comprendere la differenza, ad esempio, tra due tipi di rivestimenti apparentemente uguali ma molto diversi in termini di qualità”.

Mi fa un esempio?

“Una delle tendenze attuali è l’effetto legno. Che si può ottenere optando per un parquet oppure scegliendo il pavimento in gres porcellanato effetto legno. La seconda scelta è perfetta ad esempio per le case moderne e per coloro che amano uno stile innovativo ma allo stesso tempo accogliente e tradizionale. Si abbina facilmente a qualsiasi tipo di arredamento e può donare un valore aggiunto a qualsiasi tipologia di ambiente. Esteticamente si presenta proprio come il parquet ma, naturalmente, si parla di caratteristiche e tecniche differenti e di una consistenza nettamente diversa. Caratteristiche che ne modificano anche la durata e la cura che nel tempo richiede. Cosa il cliente non può sapere, se non siamo noi bravi a spiegarlo”.

Spesso il cliente fa delle scelte azzardate, per le quali poi tornare indietro diventa difficile.

“Il cliente sbaglia nell’acquisto quando non trova sufficiente esperienza da parte del venditore. Per questo noi ci occupiamo personalmente di informarlo quando viene da noi nello showroom. I nostri commerciali sono formati e preparati, costantemente aggiornati grazie a corsi per la formazione continua che effettuiamo all’interno su nuovi prodotti presenti sul mercato”.

Se il privato si rivolge invece ad un architetto o ad un geometra?

“In quel caso il nostro interlocutore diretto diventa il tecnico, ingegnere, architetto o geometra appunto. Anche per loro effettuiamo corsi di formazione e eventi di presentazione dei nuovi prodotti che le aziende fornitrici offrono. Non solo sulle caratteristiche dei prodotti ma anche sulle modalità di installazione”.

Si riferisce ai nuovi impianti di riscaldamento?

“Anche. Mi riferisco soprattutto all’impiantistica. Caldaie, condizionatori, impianti radianti a pavimento, sistemi di efficientamento energetico, domotica, ma anche depurazione delle acque. Pensiamo a quanti ferri da stiro o lavatrici vengono sostituite ancora nuove poiché all’interno si è formato il calcare”.

Danni difficili da evitare, quelli del calcare?

“Non sono difficili da evitare e soprattutto si possono prevenire. Basta prevedere l’installazione di un apparecchio, ormai anche poco ingombrante, per la depurazione dell’acqua a monte. Il costo iniziale, neppure eccessivo, si recupera in poco tempo poiché sicuramente costerà molto di più cambiare frequentemente rubinetteria, lavatrici e così via. Più che di costo iniziale, al cliente va spiegato che si tratta di un investimento”.

La vostra azienda è molto attiva anche nell’e-commerce. Come si fa ad assicurare lo stesso servizio di assistenza e consulenza anche online?

“Mettendoci la faccia. Quando si acquista attraverso l’e-commerce, è importante capire la provenienza. Noi vendiamo con il nostro nome, per cui il cliente, se sceglie di acquistare online perché trova vantaggioso il prezzo disponibile su internet, sa anche che dietro c’è un’azienda con una storia di oltre settant’anni, alla quale può rivolgersi in ogni momento. Sa che la garanzia non è sulla carta ma è nella carta d’identità del team di persone che danno il volto all’azienda. In questi anni non abbiamo avuto nessun momento di frizione o di insoddisfazione con i nostri clienti e-commerce. Ogni volta che si è presentata una specifica esigenza da gestire, come per i clienti dello show-room, la professionalità e la competenza di MielePiù sono state garanzia di soddisfazione”.

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche MielePiù, quando il futuro dell’architettura sanitaria nasce dall’esperienza di settant’anni

Leggi l’approfondimento Ansa MielePiù apre ad Avellino una scuola di formazione tecnica per gli installatori termoidraulici del futuro

Visita il sito di MielePiù

Post Correlati

Articoli recenti

MielePiù “Accompagnare il cliente nelle scelte di arredo bagno ai tempi dell’e-commerce”

Oltre 20mila abitazioni arredate, più di 45mila famiglie soddisfatte. Il cliente di MielePiù, azienda presente dagli anni 40 ad Atripalda...

Lorenzo Donadel: «L’impresario funebre? Più che un mestiere, una missione»

Il titolare delle Onoranze Funebri Donadel di Belluno spiega come il servizio funebre non sia mai una procedura stereotipata, ma...

Dott. Carmine Ciccarini: «Così è possibile contrastare maculopatie a malattie rare dell’occhio»

Oggi parliamo con il Dott. Carmine Ciccarini, oculista di fama nazionale con vaste esperienze all'estero, che opera negli ambulatori di...

Mino Riccio: «Integratori sì, ma con l’aiuto di un esperto»

Intervista al titolare del Vitamin Store di Pavia, un luogo dove il benessere della persona è al centro. Da più...

Donatella Bertozzi: “Il chiudicancello pedonale “Porter”? Un’invenzione fatta da mio padre che dura da oltre 30 anni”

E’ tutto dentro una scatola in lamiera alluminata che pesa meno di sei chili. Si può montare in ogni tipo...