Roberto Rosini: “Rop Hair Salon di Livorno è solo il primo di una serie di saloni che apriremo lungo la costa toscana”

Abbiamo incontrato Roberto Rosini all’interno del suo esclusivo Rop Hair Salon a Livorno. Un luogo in cui ogni dettaglio è curato nel minimi particolari, dal profumo di brezza marina, ai colori, agli arredi. Tutti i segreti delle star della moda e dello spettacolo li possiamo trovare qua, in questo nuovo salone a disposizione delle donne toscane.

Roberto, lei è un Art Director famoso a livello internazionale. Siete nati come René Olivier Productions. Quando nasce il vostro progetto?

“Tutto è nato nel lontano 1972 da Vidal Sassoon a Londra, che a quel tempo era il parrucchiere per eccellenza, il non plus ultra. Tornato in Italia ho iniziato a lavorare in salone, accorgendomi però che ancora avevo bisogno di esperienza lontano dal mio paese, per indirizzami meglio sul percorso che volevo intraprendere. Così mi recai a Parigi come assistente di un celebre coiffeur studio. Avevo 18 anni. Lì, nel 1976, ho realizzato la mia prima cover”.

 Qual è la differenza tra un parrucchiere che lavora in un salone e un coiffeur studio?

 “La differenza è sostanziale ed è nella testa, nella visione “fotografica”. Dare materia ai capelli, plasmarli per un risultato, è l’obiettivo dei coiffeur studio. Per me è essenziale continuare a trasmettere a staff e cliente, gli insegnamenti appresi durante il mio trascorso parigino”.

Da Parigi in poi la sua strada si è intersecata con quella delle più grandi dive internazionali. Com’è successo?

“Ho avuto la fortuna e la capacità di farmi trovare nel posto giusto al momento giusto. Dopo Parigi son arrivati gli Stati Uniti e la collaborazione con moltissime delle star che hanno lasciato un loro segno indelebile nel momento in cui il loro successo era allapice. Parliamo di Carré Otis piuttosto che di Tatjana Patitz o Rachel Roberts”.

Dall’esperienza di René Olivier Productions nasce Rop Hair. Qual è la sua filosofia?

“Rop Hair Salon è il nostro salone di hair styling situato a Livorno. La nostra filosofia ci porta a non limitarci a prendere in esame i capelli e il volto, guardiamo l’immagine nel suo insieme. Un’acconciatura che non nasce dalla casualità ma dall’osservazione accurata serve per creare un’armonia e per far girare le persone quando una donna cammina per strada. Il nostro team ascolta la donna, la fa parlare, la osserva, la fa rilassare… e poi crea la sua immagine, non stravolgendola, anzi, rendendola il più naturale possibile. Il segreto non è tanto nella tecnica ma nel saper osservare da un punto di vista diverso dal solito”.

Quanto è importante per voi la cura del dettaglio?

“La cura del dettaglio è fondamentale. Mi occupo essenzialmente di quello. Ho iniziato quando si scattava in analogico. Un tempo lo scatto durava ore. Da lì ho imparato l’arte della pazienza e dell’osservazione. Una ciocca spostata di due centimetri può mutare il destino di una foto, rendendola da bella a banale, o viceversa ovviamente”.

I vostri prodotti sono firmati Rop Hair. Da cosa proviene questa scelta?

“Abbiamo deciso di farci creare dei prodotti personalizzati ROP. I prodotti sono ricchi di essenze e ingredienti il più naturali possibile, per andare incontro al benessere della persona”.

Come ROP siete molto attivi anche nel campo degli eventi e delle manifestazioni. A quali avete collaborato recentemente?

“È un ottimo momento, nel quale stiamo facendo un sacco di cose. Stiamo ancora continuando a preparare campagne per il 2017. Gennaio inizia subito con Pitti Uomo a Firenze. A giugno, con Rosanna Trinchese, saremo alla quarta edizione di MC Fashion week, la settimana della moda di Montecarlo, di cui siamo curatori dell’immagine e direttori artistici. È un evento che richiama molti personaggi prestigiosi, basti pensare all’edizione 2016, alla quale è stata presente anche la Principessa di Monaco, Charlene. Curiamo anche l’immagine di alcuni foto festival italiani ed europei, lavorando a fianco dei più grandi fotografi del mondo del fashion”.

Tre donne dello spettacolo che le sono rimaste impresse nella memoria?

“Il primo nome che mi viene in mente è senza dubbio la supermodella tedesca Tatjana Patitz. L’ho incontrata di nuovo a Los Angeles dopo 20 anni dal primo incontro, con un immutato fascino e la stessa gentilezza di sempre. Una sorpresa è stata Dita Von Teese, che dietro la sua carica erotica da icona del burlesque, nasconde una persona dolcissima. L’ultimo nome è Irina Shayk (supermodella russa ed ex compagna del calciatore Cristiano Ronaldo, N.d.R.). La sua è una bellezza davvero disarmante”.

Quali sono i nuovi progetti che avete in programma?

“Rop Hair Salon di Livorno è solo il primo di una serie di saloni che apriremo lungo la costa toscana. Un progetto che ha al suo interno tutta la sua toscanità, tutto il sapore di questo fantastico territorio dal fascino unico. Partiamo dal mare perché le persone che vivono lungo la costa condividono con noi lo stesso DNA fatto di emozioni, sensazioni forti, ma anche di serenità di spirito. La gente di mare ha il sole dentro e questo ci piace tantissimo”.

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche Rop Hair Salon: arrivano in Italia i saloni di bellezza dello star system

Leggi l’approfondimento Ansa Rop Hair Salon: gli hair stylists delle top model sbarcano sulla costa toscana

Visita il sito Rop Hair Salon

Post Correlati

Articoli recenti

Progedil Case (Roma), Da Marco Barile i fondamentali della consulenza immobiliare

Comprare o vendere un immobile ha regole scritte e comportamenti consuetudinari, che possono premiare o, al contrario, danneggiare un cliente....

Roberta Campesi: “L’avvocato accompagna il titolare d’impresa nelle scelte da compiere”

Non più mero problem solver ma stratega. Questa è la visione metodologica dell’avvocato Campesi, che —operando su tutto il territorio...

Cantine Solferino (Sava): qui si creano vini destinati alle cantine più prestigiose, in Italia e all’estero. La sfida dell’innovazione

Giampaolo e Carlo Solferino conducono la loro azienda e dedicano molto del loro tempo all’analisi dei mercati in cui il...

I consigli dell’impresa Pacucci. Le incognite da valutare nel settore delle onoranze funebri

Fabio Gigante è alla guida dell’azienda di famiglia I.O.F. Pacucci che opera a Bari dal 1966. Una analisi di tutti...

Tommaso Pappagallo: “Non bisogna lasciarsi condizionare dalle notizie allarmanti dei mercati finanziari”

Tommaso Pappagallo opera da oltre un ventennio nel settore finanziario pugliese e gestisce capitali importanti con risultati positivi determinati proprio...