Rota Onoranze Funebri: «Dietro a un funerale c’è sempre l’esperienza e l’umanità di un’impresa»

Qualità, cura, sensibilità e sostegno nel rispetto verso il lutto e la sofferenza sono i valori fondanti di Rota Servizi Funebri, azienda di Almenno San Bartolomeo, in provincia di Bergamo. Non un’agenza ma un’impresa a tutti gli effetti capace di abbinare ai tradizionali servizi che ruotano attorno alle onoranze funebri la creazione di prodotti artistici realizzati artigianalmente e curati in ogni minimo particolare da artisti e scultori.

Nel momento del lutto avere un unico interlocutore è importante per la gestione del funerale. In altre parole è sempre meglio fare affidamento su chi fornisce un servizio che dà la soluzione a tutte le necessità del rito funebre con esperienza, professionalità, ma anche sensibilità e massima discrezione. Valori alla base di Rota Servizi Funebri, storica realtà bergamasca capace non solo di gestire il funerale dalla «a alla z» ma anche di creare prodotti unici, artigianali e i curati in ogni minimo particolare, facendo della serietà e della qualità il proprio biglietto da visita.

Già la sede, dove presto sarà inaugurata una Casa funeraria con tre stanze del commiato, va oltre il tradizionale ufficio con due stanze da agenzia: oltre 1000 metri quadrati con all’interno magazzino cofani, showroom di articoli funerari, reparto lavorazione di marmo e persino un laboratorio artistico e sartoriale. Un’unica struttura dove poter contare su tanti servizi, senza nessuna intermediazione, e sul rapporto diretto con la famiglia Rota e dei titolari Marco ed Emilio, cresciuti da sempre nell’azienda fondata negli anni Sessanta dal padre Battista.

Che differenza c’è tra agenzia e impresa funebre?

«La gestione del rito funebre è oggi alla portata di molte agenzie ma per un salto di qualità servono cura, sensibilità e sostegno nel rispetto verso il lutto e la sofferenza di chi sta davanti. Noi non siamo intermediari di nessuno: tutto è gestito internamente con una struttura produttiva alle spalle, abbiamo personale adeguatamente formato, mezzi propri e tutta l’organizzazione interna è quella di un’impresa dove lo stato di avanzamento del prodotto è seguito psso per passo per fornire un servizio finale di alta qualità».

E il risparmio?

«Il risultato è una proposta di servizi e prodotti non a catalogo con proposte ad hoc su misura in base alle richieste del cliente, dai cofani personalizzabili agli allestimenti di immagini sacre come paramenti e addobbi realizzati artigianalmente in azienda fino alle auto grigie o bronzate e alla lavorazione e creazione di lapidi e monumenti».

 C’è una normativa sulle imprese funebri?

«È tutto scritto nel Ddl unificato per la riforma dei servizi funerari, precisamente l’articolo 8 e l’art. 23, nel quale sono contenuti i nuovi criteri per poter operare come impresa funebre. La Regione Lombardia è stata la prima in Italia a stilare un regolamento nel 2004 che distingue l’agenzia dall’impresa per la quale è richiesto un minimo 4 dipendenti fissi e una struttura adeguata con i relativi mezzi».

Ci sono rischi sul mercato?

«Oggi il passaparola fa ancora la differenza, così come le referenze. Attenzione per questo ad agenzie che fanno perdere tempo e soldi: al parente oggi si devono garantire sempre meno incombenze. L’esperienza non basta, bisogna avere anche la voglia di investire, informarsi è necessario e questo ci ha portato anche a gestire funerali all’estero».

Come fare a riconoscere se un’impresa è affidabile e con esperienza?

«La professionalità e il controllo di tutti gli aspetti del rito funebre abbinati alla sensibilità in ogni dettaglio pre e post funerale: in altre parole l’attenzione a ogni aspetto della cerimonia funebre. La nostra azienda è abituata al controllo di tutta la filiera, anche produttiva. I nostri prodotti sono di alto livello e a prezzo competitivo.

Si comincia dalla scelta dei cofani

«Si i cofani sono forniti dall’azienda di famiglia. Prodotti di prima scelta, soprattutto chiari.

Ne abbiamo una cinquantina a disposizione e il prezzo è più contenuto perché ci sono meno passaggi. Inoltre, abbiamo la possibilità di fornire cofani specifici, come modelli fuorimisura sempre pronti in magazzino».

Come alleggerire il rito funebre?

«La tendenza è quella di rendere il funerale meno lugubre, a cominciare dal colore chiaro del cofano e l’allestimento della camera ardente con paramenti chiari. Anche il parco mezzi è composto da autofunebri e furgoni chiari».

Il vostro valore aggiunto è la creazione di lapidi personalizzate: come ci riuscite?

«Mettiamo l’arte nel lavoro, riproducendo su lapide ricordi, aspetti e passioni legati alla vita del defunto e ,per chi lo richiede,  anche ritratti personalizzati su disegno realizzati dai nostri artisti».

In che senso?

«Le lapidi che realizziamo artigianalmente con i nostri scultori e pittori sono tutte su misura: delle vere opere di arte al pari di un quadro che vanno a sostituire un vecchio loculo. Sono progettate in 3D sulla base delle richieste del cliente e lavorate direttamente in azienda dove macchine prima e artisti dopo garantiscono l’effetto tridimensionale e decorativo».

Oltre all’effetto artistico che vantaggi comporta?

«Il cliente può seguire la realizzazione partecipando attivamente, senza intermediazioni rispetto alle agenzie e ai marmisti. La macchina a controllo numerico garantisce la precisione iniziale del manufatto, poi subentra la lavorazione a mano artigianale dei nostri artisti che rappresenta gran parte del lavoro. La stondatura e l’incisione sono infatti lavorazioni che la macchina non può fare per produzioni uniche come le nostre. Il risultato sono lapidi sempre personalizzate e diverse, realizzata anche su consiglio del cliente stesso».

C’è un limite alla personalizzazione?

«Nessun limite ma rispettando sempre la volontà del defunto e il buon senso».

E riguardo al post funerale?

«Realizziamo ritratti personalizzati su disegno, a colori o in bianco e nero, e mettiamo a disposizione professionisti per le consulenze legali e il disbrigo di pratiche notarili e burocratiche».

Per le cremazioni?

«Oltre a tutto ciò che ruota attorno alla cremazione, possiamo realizzare diamanti utilizzando le ceneri del defunto».

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche Rota servizi funebri, «l’arte nel lavoro»

Leggi l’approfondimento Ansa Rota Servizi Funebri apre una Casa del commiato in Bergamasca

Visita il sito Rota Servizi Funebri

Post Correlati

Articoli recenti

Digiemme, i sistemi di sicurezza integrati sono il futuro delle nostre case

Abbiamo intervistato i tre soci titolari della Digiemme, azienda parmense che da 40 anni progetta ed installa porte blindate e...

Mauro Ricci, Dimensione Advertising e la “Design Strategy” applicata al marketing

Quando pensiamo al design, immaginiamo qualcosa di materiale. E invece scopriamo che la “Design Strategy” è una tecnica filosofica utilizzata...

Pier Luigi Ramacciotti: “affidarsi a un’azienda competente è fondamentale nell’acquisto di un climatizzatore”

Dal 1955 a Luni, in provincia di La Spezia, la famiglia Ramacciotti è specializzata nella rivendita di impianti di refrigerazione...

Pizzeria Corte dei medici: un giardino segreto nel cuore di Catania

Il proprietario Marco Celeschi: “Tutto ciò di cui ci nutriamo, non solo cibo, ma ambiente, architettura, arte, ci migliora o...

Dott. Carlo Iurato: urologo e andrologo spiega l’approccio più moderno ad una patologia oncologica insidiosa e in aumento.

L’urologo Carlo Iurato: la prevenzione alla base della diagnosi del tumore al testicolo. L’importanza dei seminari informativi nelle scuole per...