I consigli dell’impresa Pacucci. Le incognite da valutare nel settore delle onoranze funebri

Fabio Gigante è alla guida dell’azienda di famiglia I.O.F. Pacucci che opera a Bari dal 1966. Una analisi di tutti i rischi a cui devono sottrarsi i familiari di un defunto nel momento in cui si verifica l’evento luttuoso.

Non è un mistero per nessuno il fatto che il settore delle onoranze funebri ci siano presenti tanti operatori, ma non tutti in grado di offrire garanzie adeguate. Come districarsi?

Ne parliamo con Fabio Gigante, socio della I.O.F. Pacucci di Bari che opera nel settore da oltre mezzo secolo nella città di Bari.

Bisogna distinguere – afferma Gigante – l’evento improvviso da quello che, a causa di una malattia o dell’età molto avanzata, è possibile in qualche modo programmare. Nel primo caso bisogna almeno stabilire alcuni aspetti che riguardano il disbrigo di pratiche burocratiche, il trasporto della salma, la cerimonia funebre e la sepoltura. Nel secondo caso, invece, bisogna tentare di informarsi (anche con il sistema del passa parola) sulle imprese che assicurano tre elementi fondamentali: professionalità, affidabilità e umanità. Il tutto, magari anche a costo di spendere qualcosa in più rispetto a ciò che si trova sul mercato. Questo discorso vale a Bari, così come in qualsiasi altra città.

E’ necessario tenere presente, in ogni caso, che in quei momenti di dolore si ha poca voglia di valutare la scelta più giusta…

Bisogna farlo anche come forma di rispetto nei confronti del proprio congiunto che non c’è più. Una impresa professionale dovrebbe lasciare ai parenti solo il compito di programmare con la propria parrocchia la cerimonia funebre. Al resto ci pensa l’impresa. Mi riferisco al disbrigo delle pratiche burocratiche, alla sistemazione della cassa, alla preparazione degli arredi funebri per la camera ardente, alla vestizione, al trasporto ed all’assistenza durante la sepoltura, così come ai necrologi e agli addobbi floreali.

Queste maggiori “attenzioni” richiedono una spesa molto più elevata rispetto a ciò che viene offerto da una buona fetta del mercato di settore?

Si spende un po’ di più, ma parliamo di importi contenuti rispetto alla differenza di trattamento che sarà ben visibile. Mi riferisco ai mezzi utilizzati, al personale impiegato, alla gentilezza ed alla discrezione con cui avviene il rapporto con i parenti ed alla cura minuziosa dei particolari. Il tutto, proprio allo scopo di “onorare” il defunto.

Quindi qual è il consiglio che possiamo dare a chi si trova a vivere un evento luttuoso?

Il nostro consiglio è quello di non fermarsi al prezzo più basso. Bisogna farlo come forma di rispetto nei confronti di chi abbiamo amato e che vogliamo onorare anche in questa fase finale della sua presenza terrena. Il rischio, insomma, è che il defunto non venga onorato e si proceda, invece, con un semplice smaltimento della salma.

Una azienda professionale è in grado di offrire anche un servizio notturno…

Certo. Deve bastare una semplice telefonata. Dopo di che si mette in moto l’organizzazione e i familiari potranno contare su una assistenza totale.

Aumenta di giorno in giorno il numero delle persone che preferiscono ricorrere alla cremazione invece che alla sepoltura…

Si, è vero. Il numero è in costante crescita, anche in considerazione del fatto che il cimitero risulta saturo ed è un problema anche reperire dei loculi. La nostra agenzia, tra l’altro, è l’unica autorizzata a Bari a raccogliere le domande di adesione al Registro Italiano Cremazioni e le assicuro che sono in tanti a compiere questa scelta quando sono in vita, sollevando i propri parenti dalla decisione finale.

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche L’impresa Pacucci da oltre mezzo secolo assicura professionalità, affidabilità ed umanità nel settore delle onoranze funebri nella città di Bari

Leggi l’approfondimento Ansa  Impresa Pacucci: anche a Bari le adesioni al Registro Italiano Cremazioni

Visita il Sito Onoranze Funebri Pacucci

Post Correlati

Articoli recenti

Cigala’S: «Lavoriamo per regalare un fisico speciale alle donne»

Intervista a Tarcisio Galavotti, CEO e Founder di Cigala’S, brand emergente del denim italiano con sede nel distretto tessile dell’alto...

Sandro Bertini: “Piombino? Non solo il porto, ma un ottimo investimento immobiliare”

Intervista a Sandro Bertini, titolare di Studio Immobiliare Bertini, che opera da oltre 25 anni sul mercato a Piombino. Sandro...

Avv. Roberto Mauro: «Nelle realtà metropolitane diventa sempre più necessaria la figura del legale specializzato in diritto immobiliare»

Transazioni, stipula di contratti, pignoramenti, investimenti su grandi proprietà: nel dedalo del settore dei beni immobili è facile perdersi o...

Laura Boatti: Vino e Tango, due seduzioni che unite diventano eccellenza

Le vibrazioni sensuali del tango e le fragranze del nettare degli dèi: Laura Boatti, imprenditrice nel settore vitivinicolo e ballerina...

Roberto Balducci, della New Energy: “Scegliete sempre la qualità per rifare o arredare un bagno. Risparmierete tempo e denaro”

Il titolare dell’azienda torinese di idro termo sanitari spiega quali sono le strategie migliori nel settore. E quali errori evitare...