Umberto Dogali: «Perché le onoranze funebri devono investire in comunicazione e immagine coordinata»

Investire in comunicazione e creare un’immagine coordinata: è questa la nuova frontiera per le agenzie di onoranze funebri che vogliono distinguersi sul mercato, creare valore aggiunto e rafforzare la propria reputazione digitale anche fuori dai confini territoriali. Ne parliamo con Umberto Dogali, titolare dell’agenzia funebre Dogali di Pian Camuno, a cavallo tra le province di Brescia e Bergamo, da oltre 20 anni punto di riferimento sul territorio.

Perché un’immagine coordinata?

«Perché un’immagine coordinata aziendale definita correttamente permette alle aziende, anche quello del nostro settore, di essere riconoscibili. Aiuta, inoltre, a trasmettere ai propri clienti i valori e l’unicità dei prodotti e dei servizi, posizionandoli rispetto alla concorrenza».

In che modo?
«Prima di tutto un’immagine coordinata è l’insieme degli elementi che formano la comunicazione visiva. Questa comprende la grafica: dai biglietti da visita alle cartellette di fine servizio, alla carta intestata, al sito web ma anche la progettazione degli ambienti. Il punto centrale è la coerenza visiva, espressa ad esempio attraverso la scelta di un logo dedicato, una griglia tipografica precisa, lo stile fotografico».

Tutto, infatti, è cominciato dal logo..

«Si per ridisegnare l’architettura del marchio, il lavoro di analisi e restyling è partito dalle caratteristiche dell’azienda, dai punti di forza e dalle leve distintive. Le peculiarità dell’agenzia sono state rivisitate e tradotte in logo attraverso i caratteri della modernità, dell’innovazione, dell’originalità. Il mio logo, ad esempio, rispecchia nei suoi tre cerchi lo scorrere del tempo, il passaggio della vita, il succedersi delle generazioni».

E poi c’è il sito internet che è molto più di una vetrina…

«Per prima cosa l’ho pensato in modalità “one page scroll” per garantire migliore compatibilità e fruibilità delle informazioni contenute anche tramite smartphone e tablet. Avere un sito tutto in una pagina è una forma di comunicazione che rispecchia anche i termini della personalizzazione. Nel mio caso oltre alle informazioni principali e ai servizi offerti l’ho arricchito di citazioni, pensieri sulla vita e sulla morte»,

Cosa rischia un’impresa se non investe in comunicazione digitale?

«Di uniformarsi al mercato. Oggi dotarsi di un sito web, Qr code, logo e immagine coordinata può sembrare superfluo nel settore delle onoranze funebri ma in realtà rappresenta una scelta, strategica e funzionale che rafforza la reputazione sul mercato e l’identità digitale sui canali online».

Da qui l’idea del Qr code sui manifesti..

«Si in questo modo si dà la possibilità a chiunque di partecipare al lutto inviando un messaggio di cordoglio alla famiglia del defunto. Il funzionamento è semplice: il Qr code rimanda al sito internet dell’agenzia dove i parenti del defunto e tutti i conoscenti hanno a disposizione un rapido ed efficiente motore di ricerca da utilizzare per rintracciare i necrologi online riguardanti la persona scomparsa».

Investimenti anche sui prodotti…

«Sempre. In un settore alle prese con il low cost l’importante è scegliere la qualità.

Per noi è fondamentale il “made in Italy”. Collaboriamo con aziende italiane, con prodotti italiani, in questo modo garantiamo ai nostri clienti la qualità e la certezza della provenienza dei prodotti utilizzati. Per il professionista funerario è inoltre uno dei modi migliori per gratificare la propria attività, professionalità e operato».

La sua area di intervento è principalmente a cavallo tra le province di Brescia e Bergamo: quanto è importante scegliere un’agenzia presente fisicamente sul territorio?

«Consente di diventare un punto di riferimento per le famiglie. La presenza di una sede fisica diventa infatti un valore aggiunto per chi abita in un paese dove ancora oggi si preferisce venire di persona in ufficio per conoscere i servizi ottimizzando i tempi».

Anche la conoscenza delle tradizioni locali fa la differenza?

«Certamente. Usi, costumi e tradizioni accompagnano sempre il rito funebre così come i risvolti culturali. Da qui la necessità di sviluppare un approccio più lineare e familiare riguardo ad argomenti spesso ignorati – e così temuti – nella vita di tutti i giorni e una precisa intenzione di comunicare e relazionarsi alla propria comunità: nel mio caso ho realizzato una pubblicazione a stampo territoriale, il “Progetto Endless”.

Come primo argomento ci focalizziamo sulla danza macabra di Pian Camuno, una favola in cerchio, un pregevole affresco di una rappresentazione che tratta di riverenza e verità nell’Oratorio dei Morti o Cappella dei Disciplini di fianco alla Chiesa di Santa Giulia, l’antica parrocchiale del XVI secolo».

Immagine coordinata, conoscenza del territorio ma anche funerali per animali: ci spieghi meglio.

«Da un paio di anni ho stretto una collaborazione con una società bergamasca specializzata in onoranze funebri e cremazione per animali da affezione con restituzione delle ceneri. Il servizio di cremazione degli animali nasce dalla volontà di ricambiare e restituire tutto l’affetto e l’amore che gli animali domestici ci hanno donato, offrendo la possibilità di onorarli con un ultimo saluto e relativo commiato: dal prelievo e trasporto fino alla cremazione, ogni fase viene eseguita nel massimo rispetto delle norme igienico sanitarie».

Per concludere, come rispondere al boom di cremazioni?

“La richiesta è aumentata e nel 2018 le cremazioni sono state circa la metà dei servizi svolti. Per questo è importante dare un servizio aggiuntivo al Cliente:

Affiliandomi ad Asso-crem (Associazione Bresciana per la Cremazione e Dispersione Ceneri) tuteliamo l’associato, ovviando gli eventuali intralci burocratici, nel far rispettare le volontà di cremazione e dispersione delle ceneri, anche in sede legale, sempre nel rispetto delle leggi vigenti.”

SCOPRI DI PIÙ

Visita il Sito Onoranze Funebri Dogali

Leggi anche Agenzia funebre Dogali lancia Qr Code personalizzato e necrologi online per omaggiare la memoria di chi ha lasciato questo mondo

Leggi l’approfondimento Ansa Agenzia funebre Dogali: a Brescia cremazioni in aumento

Post Correlati

Articoli recenti

Anna Maddalena: i consigli per acquistare, vendere o affittare casa nel quadrante Roma Est, in particolare a Villaggio Prenestino e a Castelverde (Municipio Roma VI)

La titolare di DimensioneCasa Gold, ha maturato anni di esperienza nel settore delle compravendite immobiliari a Roma e ha una...

Come riuscire ad organizzare eventi indimenticabili: i consigli di Antonio Nasca, musicista e compositore

Diplomato in pianoforte al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, da quasi 30 anni suona nei migliori alberghi della Capitale....

Wedding planner, un pianificatore di supporto ai futuri sposi

Intervista a Clara Trama, wedding planner certificata, fondatrice e presidente dell’Associazione Italiana Wedding Planner (AIWP) Clara Trama è una wedding...

Umberto Dogali: «Perché le onoranze funebri devono investire in comunicazione e immagine coordinata»

Investire in comunicazione e creare un'immagine coordinata: è questa la nuova frontiera per le agenzie di onoranze funebri che vogliono...

La Puglia si afferma tra le regioni a più forte capacità di attrazione per il turismo e per l’organizzazione di eventi. Rosa Pierro (La Perla del Doge): “Il merito è di un ‘sistema’ che continua a crescere”

Questa regione del Sud viene scelta per la bellezza dei suoi luoghi, per il suo mare, per una enogastronomia di...